scegliere-il-parquet

Qualche consiglio per scegliere il parquet giusto!

Scegliere il parquet

Quando arrediamo la nostra casa pensiamo ad ogni minimo dettaglio: il colore delle pareti, il divano, i mobili, dove appendere quel quadro e tutti quegli oggetti che raccontano di noi e della nostra vita.

Vogliamo che la nostra casa rispecchi noi e il nostro stile e che allo stesso tempo sia piacevole anche a chi viene a trovarci.

Ma non è soltanto il colore di una parete o della cucina, questo o quel divano a far la differenza: anche la scelta del pavimento è importante.

Cosa c’è di più accogliente di un bel parquet?

Negli ultimi è diventato il protagonista indiscusso di tutte le case, è di tendenza, scalda gli ambienti e può diventare un importante elemento di arredo. Che la tua casa segua uno stile minimal o più classico, con il parquet non si sbaglia mai!

I parquet, però, non sono tutti uguali: ne esistono diversi tipi ed è per questo che è importante scegliere quello giusto per la nostra casa, che si adatti alle nostre esigenze e che stia bene con l’arredamento.

Ad esempio, nelle stanze poco luminose o non troppo grandi è meglio optare per un parquet chiaro, mentre per ambienti ampi, molto illuminati e arredati con con mobili chiari dallo stile minimal si può anche osare un tipo di parquet più scuro.

I legni chiari

Il parquet chiari sono perfetti per chi non ha stanze tanto grandi e non vuole rinunciare alla bellezza e alla sensazione di accoglienza che soltanto il legno sa regalare. I legni più utilizzati sono: sono l’acero americano, un legno di colore beige molto chiaro; il faggio dalla tonalità rosata, che, tuttavia, sopporta poco gli sbalzi di temperatura ed è poco adatto alla pavimentazioni con riscaldamento a pannelli. Infine, il più classico tra i parquet chiari, il rovere chiaro.

I legni bruni

Il parquet bruno, il più classico, è perfetto per scaldare la nostra casa. I legni più diffusi per questa tonalità sono: l’iroko, proveniente dall’Africa, che è particolarmente indicato per ambienti umidi, come bagni e cucine; il teak con il suo color tabacco è estremamente resistente all’umidità e, infine, l’afrormosia, una essenza africana leggermente olivastra molto resistente che la rende ideale per chi ha il riscaldamento a pavimento.

I legni scuri

Il wengé-Panga è un legno africano molto scuro, ma che resiste molto bene ai segni del tempo e ai cambiamenti di colore dovuti all’esposizione della luce solare. Un altro legno scuro molto diffuso per il parquet è il mutenye. Di origine africana, si può trovare in diverse tonalità di colore dal marrone al grigio tendente al nero. E’ un legno molto resistente ma poco adatto al riscaldamento a pannelli radianti.

Il parquet scuro è perfetto per chi ha la fortuna di vivere in una casa dalle stanze grandi e con grandi finestre che lasciano entrare molta luce naturale, rendendo bella e accogliente la casa.

I legni rossi

Tra i parquet rossi possiamo scegliere tra: il merbau, un legno asiatico di colore bruno tendente al rosso, ma che con l’esposizione alla luce potrebbe modificare la sua tonalità, e il Doussiè Africa, una essenza dorata-rossiccia, che si adatta bene ad ogni ambiente ed è resistente anche nel caso di pavimenti con riscaldamento a pannelli.

Se si non ha la possibilità di mettere un parquet o se in casa ci sono animali che con le unghie possono graffiare e rovinare il legno, esiste una valida alternativa: il laminato che, grazie a uno strato sottile di plastica a stampa digitale, riproduce benissimo i colori e le venature tipiche del parquet.

Anche del laminato esistono diverse tipologie: ha, infatti spessori e gradi di resistenza all’usura diversi. In base alle vostre necessità potrete scegliere quello che più fa per voi!

Adesso che ne sapete di più … quale tipo di parquet è perfetto per la vostra casa?

Los comentarios de esta entrada están cerrados